CHI SONO


F iorentina di origini e di nascita: classe 1982, sono nata e cresciuta a Firenze nel quartiere di Porta Romana, dove tutt’ora vivo.


Sono un Avvocato del foro di Firenze, specializzata in diritto del lavoro, e Dottore di ricerca in Diritto Comparato. Mi sono laureata a Firenze, ma ho studiato anche all’estero; sono iscritta all’Ordine dei Giornalisti, sezione Pubblicisti.

Amo la mia città, e nel 2014 sono stata eletta in Consiglio comunale nelle fila del Partito Democratico. Nel 2017, sono stata chiamata in Giunta con le deleghe allo Sviluppo Economico e al Turismo. Ho svolto questo incarico con grande impegno e spirito di servizio, portando nuove idee in molti settori, che ho realizzato con concretezza e passione nell'interesse della città.

Con la voglia di prendersi ancora cura di questo territorio e di contribuire a far sentire la voce di donna nel mondo dell’amministrazione pubblica, mi sono candidata nuovamente alle elezioni amministrative del 2019. Dopo esser risultata prima degli eletti, sono stata chiamata dal Sindaco Nardella in Giunta con le deleghe a Urbanistica, Ambiente, Agricoltura urbana, Turismo, Fiere e congressi, Innovazione tecnologica.
Deleghe importanti per lo sviluppo della città nei prossimi 5 anni, che hanno come comune denominatore il tema della sostenibilità, e quindi il perseguimento degli obiettivi dell’agenda 2030.

"Quando si agisce cresce il coraggio, quando si rimanda cresce la paura". Con il coraggio delle idee, ancora insieme in cammino per far crescere la nostra Firenze.

FIRENZE A CONTI FATTI

Il bilancio di fine mandato dei miei due anni (Febbraio 2017 - Maggio 2019) da Assessore allo Sviluppo Economico e Turismo del Comune di Firenze

Dal blocco triennale di nuove aperture di bar, ristoranti, e minimarket in area Unesco alla tutela delle attività storiche; dal sostegno alle edicole e librerie alla lotta al gioco d'azzardo; dai bandi contributi per i centri commerciali naturali al sostegno alle nuove imprese innovative con il Murate Idea Park e la rete di "Firenze start-up city"; dalla candidatura di "Firenze città creativa Unesco per l'artigianato" agli investimenti per i grandi mercati coperti della città; dalla chiusura dei minimarket alle 22 all'estensione dell'orario di apertura delle biblioteche comunali nel fine settimana; dai progetti di delocalizzazione dei flussi turistici alle maggiori risorse per il turismo congressuale e fieristico; dai nuovi strumenti per un turismo accessibile a persone con disabilita' motoria al nuovo collegamento con le Ville Medicee, all'eliminazione dei bussoni rossi in Oltrarno: sono solo alcuni dei progetti che ho realizzato nei miei due anni di assessorato allo sviluppo economico per la città di Firenze.

@cecilia.delre

IDEE / SUGGERIMENTI

SEGNALAZIONI


SCRIVIMI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER